ONDEMEDITERRANEE

Tosca

Direzione Morabeza - Concerti d'estate

Sabato 25 luglio - ore 21.30

Parco delle Rose - Grado (GO)

Onde Mediterranee Festival 2020 apre con Tosca e il suo “Direzione Morabeza”. L’ultimo lavoro discografico (2019) conclude il lungo viaggio musicale dell’artista attraverso diversi paesi, partito con “Il suono della voce” (2014) e proseguito con “Appunti Musicali dal Mondo” (2017). “Direzione Morabeza” contiene canzoni originali, rivisitazioni in chiave attuale di classici della musica dal mondo, cantate in quattro lingue, in omaggio agli artisti che ha incontrato e con i quali ha cantato; tra essi Ivan Lins, Arnaldo Antunes, Cyrille Aimée, Luisa Sobral, Cèzar Mendes. Tosca è un’artista di grande intelligenza, eclettica e in continuo rinnovamento: nella sua carriera ha condiviso il palco con grandi nomi come Ivano Fossati, Nicola Piovani, Ennio Morricone, Chico Buarque, Lucio Dalla…Tra i vari premi della sua carriera, l’ultimo è di pochi mesi fa, a Sanremo, dove si è aggiudicata il sesto posto e il Premio Bigazzi con “Ho amato tutto”.

In apertura del concerto, il Sindaco di Grado, Dario Raugna, e il Presidente dell’Associazione Culturale Onde Mediterranee, Giancarlo Velliscig, accoglieranno sul palco una delegazione dell’Ordine dei Medici del Friuli Venezia Giulia, in rappresentanza anche della Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri, per esprimere loro i sentimenti di profonda riconoscenza per quanto hanno fatto – e stanno facendo –  per la lotta contro il Covid 19, stringendoli in un ideale abbraccio di ringraziamento da condividere con il pubblico e la comunità, rinnovando al contempo la necessaria sensibilizzazione alle buone pratiche per controllare la diffusione del virus e, insieme, per lanciare un messaggio di speranza e di rinnovata energia.

Noa

Concerto annullato

Martedì 4 agosto - ore 21.30

Parco delle Rose - Grado (GO)

L’Associazione Culturale Onde Mediterranee è dispiaciuta di dover annunciare la cancellazione del concerto di Noa, previsto il 4 agosto 2020 al Parco delle Rose di Grado (GO).
L’annullamento è dovuto alle restrizioni sugli ingressi in Europa stabilite dall’UE per i cittadini provenienti da alcuni paesi tra i quali, purtroppo, figura anche Israele, dove Noa e Gil Dor risiedono e dove si sta diffondendo una nuova ondata della pandemia da Coronavirus.
I biglietti già acquistati saranno rimborsati in base alle disposizioni contenute nel “Decreto Cura Italia” (D.L. n. 18/2020) di cui all’art. 88 e successivi provvedimenti e in base alle conseguenti decisioni prese dagli Organizzatori e le relative modalità saranno comunicate in dettaglio nei prossimi giorni (info: tickets@ondemediterranee.it  – + 39 0432 1720214).

Daniele Silvestri

La Cosa Giusta Tour 2020

Giovedì 6 agosto - ore 21.30

Parco delle Rose - Grado (GO)

Il cantautore Daniele Silvestri, con il suo “La cosa giusta Tour”, è il terzo protagonista di OMF 2020. “Continuamente ci chiediamo, nel ritrovare o nel rinnegare certi comportamenti, quale sia davvero #lacosagiusta” – spiega Silvestri “Cose che davamo per scontate fino a pochi mesi fa dubitiamo possano tornare mai più, oppure diventano improvvisamente emozionanti (ri)conquiste. E ora anche la musica dal vivo è tra queste. È già una gioia immensa sapere di poter tornare a fare il nostro mestiere, come è un grande orgoglio che un bel po’ di lavoratori tornino a respirare – liberamente e dignitosamente – insieme a me. Insieme a noi. Condividere è come vivere…di più”. Con questo spirito Silvestri approda a Grado, e non potrebbe essere più vicino alle intenzioni di Onde Mediterranee, festival a cui ha partecipato più volte! Funambolo delle parole, grande creativo della musica, Silvestri coniuga la ricerca di una nuova canzone d’autore con il riscontro del grande pubblico, mescolando talento e tradizione, leggerezza espressiva e impegno civile, come testimoniano canzoni quali “Cohiba”, “Il Mio Nemico” e “La Mia Casa” al fianco di “Le Cose che Abbiamo in Comune”, “Salirò” e “Quali Alibi”. Tantissimi i riconoscimenti ricevuti (Premio Tenco, David di Donatello, Recanati, …) a conferma dell’originalità del suo sguardo musicale, sempre vigile sul presente, solidale, lucido, generoso.

Max Gazzè

in Concerto

Domenica 9 agosto - ore 21.30

Piazza Grande - Palmanova (UD) Il giorno del concerto, la biglietteria di Borgo Udine apre alle 18

Max Gazzè chiude la ventiquattresima edizione del Festival nello scenario maestoso della Piazza Grande di Palmanova. Il cantautore romano, con il suo nuovo tour, porta avanti un messaggio importante: tutti di nuovo sul palco per rilanciare la filiera della musica dal vivo, e spiega: “sarò davanti agli spettatori con la mia formazione storica; non solo sopra il palco con i miei fidati musicisti ma anche sotto, lateralmente e nel backstage, ovvero con i backliner, i fonici, i light designer, tutti di nuovo insieme per ricominciare”. Bassista d’eccezione, preparatissimo musicista, compositore di opere ‘sintoniche’ (Alchemaya) e colonne sonore, Max si definisce apolide nel cuore e cittadino del mondo nella storia personale. Ha suonato in tre continenti, è seguito da un pubblico affezionato sparso in tutta Europa; in ventisette anni ha pubblicato undici album in studio, tre raccolte e un live; ha collaborato con oltre trenta artisti tra italiani e internazionali. I suoi testi più poetici (“L’uomo più Furbo”, “Su un Ciliegio Esterno”, “Mentre Dormi”), le sue composizioni più sperimentali (” Il Bagliore Dato a Questo Sole”, “Questo Forte Silenzio” o “Colloquium Vitae”), sono amati tanto quanto le sue più note ‘hit’ (“Una Musica Può Fare”, “Sotto Casa”, “La Vita Com’è”).

Torna il Festival Onde Mediterranee, che tra Grado e Palmanova accoglie quattro artisti, Tosca (25 luglio – Grado), Noa (4 agosto – Grado), Daniele Silvestri (6 agosto – Grado) e Max Gazzè (9 agosto – Palmanova) fortemente motivati a guardare avanti e a scommettere che la musica e il suo vivifico messaggio siano un importante strumento per oltrepassare i confini, insieme. Anche (e soprattutto, in questo momento) i confini invisibili e immateriali. Così, in sicurezza e nel pieno rispetto delle norme anti Covid, da sabato 25 luglio a domenica 9 agosto (l’inizio dei concerti è alle 21.30) il Parco delle Rose di Grado e la Piazza Grande di Palmanova si preparano a diventare di nuovo luoghi di condivisione, dove l’arte crea vicinanza ed empatia, e l’unico rischio sarà quello di emozionarsi insieme. Il Parco e la Piazza saranno debitamente attrezzati con gli spettatori alla corretta distanza, con i debiti controlli all’ingresso e con le norme di sanificazione e anti assembramento, richieste dal protocollo ministeriale. Al resto penserà la musica! Onde Mediterranee Festival, è un progetto ideato e realizzato dall’Associazione Culturale Onde Mediterranee, in collaborazione con Euritmica, gode del sostegno e patrocinio del Comune di Grado, Regione Friuli Venezia Giulia – Assessorato alla Cultura, PromoTurismo FVG, Fondo Gorizia CCIAA Venezia Giulia, Fondazione CaRiGo e della collaborazione di Grado Impianti Turistici, Consorzio Grado Turismo, Comune di Palmanova, Azalea. Il festival è dedicato anche quest’anno al ricercatore friulano Giulio Regeni, ucciso nel 2016 in Egitto: Onde Mediterranee sostiene la famiglia nella sua incessante e doverosa ricerca di verità e giustizia. Negli ultimi anni le attività dell’associazione hanno avuto sempre più ampia risonanza: Onde Mediterranee si presenta come una tra le maggiori manifestazioni del Friuli Venezia Giulia per la rilevante partecipazione di artisti e di pubblico, proveniente da tutto il territorio, dalle regioni e dai Paesi limitrofi. La Presidenza della Repubblica le ha inoltre attribuito la medaglia d’argento per il suo valore culturale.

2019

19.00 Apertura biglietteria in Piazza Biagio Marin, a lato del Comune
20.30 Apertura porte
21.30 Tony Hadley on stage

Parcheggi Costa Azzurra, Park Sacca, Viale Italia, Isola della Schiusa
Servizio Bar all’interno dell’area del concerto

EVENTO SPECIALE!

NOMADI

Il concerto del 55ennale

Giovedì 7 Settembre - ore 21.00

La storica band di Novellara a Staranzano per una data del Tour  che segna una tappa storica per il gruppo.Le canzoni del nuovo disco MILLEANNI e tutti i loro più grandi successi faranno parte della scaletta del concerto che sarà un vero regalo  per le migliaia e migliaia di fan della nostra regione. In collaborazione con: Associazione Onde Mediterranee

Onde Sea Presenta:

EX-OTAGO

#LANOTTECHIAMATOUR

Sabato 15 giugno - ore 21.30

Diga Nazario Sauro - Ingresso da Piazza Biagio Marin (GRADO)

Dopo aver conquistato i club di tutta Italia con COSA FAI QUESTA NOTTE? TOUR 2019, gli Ex-Otago, la band rivelazione del Festival di Sanremo, protagonista anche del Concerto del Primo Maggio a Roma, non accennano a fermarsi e sono prontissimi a partire con LA NOTTE CHIAMA TOUR, che porterà le OTAGATE in giro per tutta l’estate nelle line up dei più importanti festival d’Italia.

Sul palco non il solito concerto, ma una vera e propria OTAGATA: uno show spettacolare fatto di grande musica ma anche di visual, emozioni, momenti di riflessione e tante sorprese, dove ci si scatenerà con le hit più ballerine come Tutto bene e Cinghiali incazzati e ci si abbraccerà sulle note dei successi più romantici e sui brani di Corochinato, il nuovo album uscito l’8 febbraio per Garrincha Dischi ed INRI e distribuito in licenza da Polydor/Universal Music Italia, cantati e suonati dal vivo.

Otagata: Sost. Gesto o azione riconducibile al mondo degli Ex-Otago o che potenzialmente potrebbe essere stato compiuto da loro.

Onde Sea Presenta:

RICHARD GALLIANO POST MUSETTE 4ET

TANGO E NEW MUSETTE IN CHIAVE JAZZ

Mercoledì 19 giugno - ore 21.30

Piazza Biagio Marin - Ingresso Diga Nazario Sauro (GRADO)

Richard Galliano, massimo interprete mondiale della fisarmonica e virtuoso del bandoneon, strumento tipico delle orchestre di tango argentine che il musicista ha riportato al centro della musica moderna europea, rivestendolo di sfumature e influenze jazz. Galliano, apprezzato anche per aver salvato dall’oblio la musette, una musica tradizionale francese, si esibirà a Grado con il suo Post-Musette 4et.

Nel corso della sua carriera, Galliano ha dimostrato di essere in grado di sperimentare tutti i campi musicali dalla classica, al jazz, alla musica da film. Dall’incontro con Piazzolla, nel 1980, nasce lo stile “New Musette”, ovvero l’incontro tra la tradizione popolare italiana e quella francese, in un’operazione di ricerca e scavo nelle radici della cosiddetta musica Musette, appunto, che abbraccia il tango argentino, la musica blues e il folk americano. Nostalgia e integrazione fuse per elaborare un nuovo stile e suoni aderenti alle mutate condizioni di vita, conseguenze di emigrazione e sradicamento. Galliano, assieme ai suoi musicisti, riesce a evocare e creare immagini, con fervido umore e sentimento, di una toponomastica parigina che abbraccia musica, tradizione, sogni e nostalgie.

Galliano, essendone anche in qualche modo l’erede, è in grado di far rivivere il tango e in genere la musica di Piazzolla esaltandone quell’essere sempre in bilico fra intenso lirismo, picchi di alta drammaticità e forza penetrativa, pagine che fanno parte del sentire di tutti noi, in un viaggio che passa attraverso la tradizione jazzistica, per riscoprire le radici popolari argentina e nero-americana.

Nel corso della sua carriera ha collaborato con molti prestigiosi musicisti del panorama internazionale come Charles Aznavour, Chet Baker, Enrico Rava, Paolo Fresu, George Mraz, Al Foster, Juliette Gréco, Ron Carter, Michel Petrucciani e tanti altri.

Domenica 23 giugno - ore 21.30

Onde Sea Presenta:

MICHELE PIRONA TRIO

APRE LA SERIE DEI CONCERTI SEMIACUSTICI

Campo dei Patriarchi (GRADO)

Ondesea Grado Music Festival si estenderà anche nel centro storico di Grado, in Campo dei Patriarchi, suggestiva piazzetta davanti alla Basilica, dove la musica entrerà con leggerezza in un contesto di particolare pregio.

Il programma prevede tre concerti semiacustici con inizio alle 21.30 e ad ingresso libero. Ad aprire questa sezione sarà il trio di Michele Pirona. Il talentuoso chitarrista, in realtà, ha iniziato i suoi studi con il pianoforte per approdare poi, nel 1987, alla chitarra seguendo le orme del padre. Suona la chitarra classica, l’acustica e l’elettrica esprimendosi attraverso molti generi musicali: rock, pop, blues, jazz, funky, metal. Nel 2001 firma un contratto discografico con la EMI Records di Hannover con il gruppo rock degli Euston. Oltre ad insegnare svolge un’intensa attività come turnista in diversi studi di registrazione sia in Italia che all’estero. Ha pubblicato 4 cd e un dvd. Alitalia ha inserito la sua canzone “Irish Tunnel” nelle playlist dei propri voli, selezionandola, insieme ad altre 35, su oltre 8mila candidati, che hanno partecipato al concorso “Fai volare la tua musica” indetto dalla Siae

Onde Sea Presenta:

GREENWAVES

Il folk irlandese

Lunedì 24 giugno - ore 21.30

Campo dei Patriarchi (GRADO)
Il secondo dei concerti nel suggestivo Campo dei Patriarchi, avrà come protagonisti cinque musicisti con la passione per il folk Irlandese ed i suoi strumenti tradizionale. Nella musica dei Green Waves rivive tutta la passione per l’Irlanda e le sue particolari sonorità, le cui origini risalgono a tempi remoti del Seicento e Settecento e il cui ritmo caratteristico coinvolge chi lo ascolta. La band rielabora con con un sound più attuale questa matrice popolare di cui sono tra i più validi rappresentanti sulla scena musicale italiana.

Onde Sea Presenta:

TONY HADLEY

TONIGHT BELONGS TO US TOUR

Martedì 25 giugno - ore 21.30

Diga Nazario Sauro - ingresso da Piazza Biagio Marin (GRADO)

Tony Hadley, l’ex frontman dei mitici Spandau Ballet, è una vera star internazionale e un’icona del pop d’autore. Chi non ricorda l’epica “Through the Barricades”, “True” o “Gold”? Il cantante inglese ha in uscita il 17 maggio il nuovo album “Talking to the moon”, che egli stesso racconta così: “Non abbiamo tutti, ad un certo punto della nostra vita, guardato verso il cielo notturno, fissando la luna e le stelle, chiedendoci cosa fosse tutto questo? Probabilmente parlando con la luna e chiedendole un piccolo aiuto, cercando risposte o semplicemente stupiti dalla sua bellezza”.

L’album è stato co-scritto da Tony, con una serie di altri cantautori di talento. Tonight Belongs To Us e How I Feel About You sono stati entrambi scritti da Toby Gad (tra gli altri, All Of Me di John Legend e If I Were A Boy di Beyonce). Peter Cox e Richard Drummie di Go West hanno contribuito a Skin Deep. Altre collaborazioni comprendono l’operistico Killer Blow, scritto con Blair Mackichan e What Am I – un brano profondamente personale sull’abbandono degli Spandau Ballet – scritto a due mani con Mick Lister.

Al disco seguirà un importante tour intitolato “Tonight Belongs To Us” che inizierà in estate e toccherà diverse piazze italiane, tra cui Grado, per poi proseguire in autunno nei teatri italiani.

Hadley condurrà dunque il pubblico in un meraviglioso viaggio nel tempo, interpretando i successi che lo hanno reso famoso e le canzoni del nuovo album, oltre ad alcuni brani dei suoi artisti preferiti come i Queen e The Killers.

Onde Sea Presenta:

WOODNITE

L’ELEGANZA DI UN UNPLUGGED CON L’ENERGIA DI UNA ROCK BAND!

Giovedì 27 giugno - ore 21.30

Campo dei Patriarchi (GRADO)

Per l’ultimo dei concerti semiacustici nel centro storico di Grado, Ondesea propone i Woodnite, un’eccitante formazione acustica attiva in Italia ed Europa da 10 anni, con centinaia di concerti da headliner o come band di apertura per importanti artisti italiani.

Cominciando come cover band, negli anni il gruppo ha collezionato un vastissimo repertorio che va dall’era del rock‘n roll alle più accattivanti canzoni pop dei nostri tempi; grandi brani blues, classici del country-rock, come anche hard rock hits e brit-pop sono solo alcuni elementi della proposta artistica della band.
Tutti i membri del gruppo sono anche autori di talento e nel corso del concerto si potranno ascoltare alcuni bellissimi brani originali che i Woodnite spesso alternano alle varie cover proposte durante i concerti.
Nel 2017 hanno registrato il loro primo album “Unplug the world” il cui titolo rimanda chiaramente alle intenzioni della band.

In questi 10 anni di eventi dal vivo, Giuliano, Alessio (cantante dei Quintorigo) e Luca hanno collezionato quasi 400 concerti, molti dei quali all’estero in paesi quali Polonia, Slovacchia, Germania e Armenia.

Onde Sea Presenta:

FABIO CONCATO

Paolo di Sabatino Trio

Venerdì 28 giugno - ore 21.30

Piazza Biagio Marin - Ingresso Diga Nazario Sauro (GRADO)

L’ultimo dei concerti di Ondesea in Diga avrà per protagonista Fabio Concato, uno dei più raffinati protagonisti della nostra musica d’autore. L’artista milanese, che ha composto e interpretato tanti grandi successi come “Fiore di Maggio”, “Domenica bestiale”, “Rosalina, festeggia una carriera di oltre quarant’anni con un concerto dedicato, come l’ultimo album, al padre Gigi, anch’egli musicista, che lo ha iniziato alla musica e in particolare al jazz. Sul palco gradese ascolteremo Concato, assieme al trio del pianista Paolo Di Sabatino, in un’intima e rispettosa rilettura delle sue canzoni più celebri.

“Gigi è mio padre.
Lo dico per i molti che non lo sanno.
Gigi mi ha avvicinato alla musica con divertimento e me l’ha fatta amare.
Gigi ascoltava molto jazz – la sua musica preferita – insieme a quella brasiliana, meglio se suonata e cantata da Joao Gilberto: “ … ascoltavo un signore che aveva una voce così ”.
Gigi non faceva il “musico” di professione, ma bastavano un paio di accordi sul piano o sulla chitarra per avvertirne subito la sensibilità e il talento che sarebbe stato bello condividere con tutti.
Fabio sono io.
Lo dico per i pochi (sigh) che non lo sanno! E per festeggiare i miei 40 anni di musica, scritta e cantata sempre con lo stesso amore e lo stesso piacere, ho deciso di farmi un regalo: reinterpretare in chiave jazzistica alcune mie canzoni con l’aiuto di un grande pianista con cui suono e collaboro da qualche anno e sempre più piacevolmente: Paolo Di Sabatino, che ha curato gli arrangiamenti e che voglio ringraziare per la passione e la delicatezza con le quali si è avvicinato al repertorio.
E allo stesso modo ringrazio Marco Siniscalco e Glauco Di Sabatino: grazie!
e Gigi: “…chissà se ti piacerà?”

Nata ufficialmente nel 2000, Onde Mediterranee è un’associazione no profit che prende il nome dall’omonima manifestazione organizzata per la prima volta nel 1997 a Monfalcone, che geograficamente rappresenta il punto più settentrionale del Mediterraneo. L’associazione, cresciuta ed ampliatasi negli anni, promuove un’idea dinamica di dialogo tra i popoli del Mediterraneo, finalizzato alla creazione di una cultura cosmopolita che superi le differenze culturali, religiose, geografiche, economiche e politiche attraverso l’armonizzazione e la conoscenza delle differenti spinte culturali peculiari del territorio del Friuli Venezia Giulia, in quanto terra di confine e punto di incontro tra le diverse culture del sud e del nord Europa. Giunta alla ventitreesima edizione, Onde Mediterranee presenta annualmente una serie di eventi d’eccellenza che toccano alcune località del Friuli Venezia Giulia durante il periodo estivo. La novità del 2019 è OndeSea Grado Music Festival, che Onde Mediterranee curerà per il Comune di Grado. Si tratta di una rassegna musicale che aprirà la stagione estiva attraverso sette concerti, quattro sulla Diga Nazario Sauro e tre nel centro storico della località balneare, una proposta che va incontro alle diverse tipologie di ospiti della spiaggia gradese, tra novità nazionali, consolidate realtà internazionali e interessanti proposte regionali. “Con OndeSea” – dichiara il Vice-Sindaco e Assessore al Turismo Matteo Polo – si completa la ricca e variegata offerta musicale estiva di Grado, che può già contare sui concerti della classica rassegna di Musica a 4 Stelle, del nuovo Festival GradoJazz by Udin&Jazz e del consolidato appuntamento con Le donne del Jazz. Tanti piccoli e grandi concerti di qualità.” Il Festival Internazionale Onde Mediterranee, che anche quest’anno si svolgerà nella seconda metà di luglio a Cervignano del Friuli, è un incontro di arti figurative e musicali, di approfondimenti culturali, convegni, incontri letterari e animazione contando sulla partecipazione di personalità eminenti, musicisti, intellettuali e scrittori di fama internazionale, provenienti da tutti i paesi del bacino del Mediterraneo e non solo, focalizzano l’attenzione di un vasto pubblico oltre che della stampa e delle istituzioni. Negli ultimi anni le attività dell’associazione hanno avuto sempre più ampia risonanza: Onde Mediterranee si presenta come una tra le maggiori manifestazioni del Friuli Venezia Giulia per la rilevante partecipazione di artisti e di pubblico, proveniente da tutto il territorio, dalle regioni e dai Paesi limitrofii. La Presidenza della Repubblica le ha inoltre attribuito la medaglia d’argento per il suo valore culturale. Sulla scia degli intenti di multiculturalità l’associazione organizza Lettere Mediterranee, una serie di incontri letterari in cui gli scrittori presentano le loro opere: conversare con personalità di grande valore ed esperienza nel mondo della cultura e della ricerca, provando a cogliere alcune delle inesauribili sfaccettature del generale concetto di Mediterraneo, l’idea del “mare in mezzo alle terre” ricchissima di significati che simboleggia una grande molteplicità di aspetti costitutivi del mondo contemporaneo, perché proprio nel Mediterraneo è sorta e si è sviluppata una parte importante della civiltà umana, e lo ha fatto incrociando, arricchendo e vivificando culture differenti. Onde Mediterranee Festival è un progetto ideato e realizzato da Euritmica e gode del sostegno dell’Assessorato alla Cultura della Regione Friuli Venezia Giulia.