ONDEMEDITERRANEE

Lettere Mediterranee

UMBERTO GALIMBERTI

Giovedì 21 Luglio - ore 21.00

Nuovo Teatro Comunale- Gradisca d'Isonzo (GO) - ingresso libero

Incontro con UMBERTO GALIMBERTI
che dialoga con Fabio Turchini, formatore e scrittore

Una lectio di Umberto Galimberti, filosofo, antropologo culturale, giornalista e scrittore che dialogherà con Fabio Turchini. Il filosofo lombardo ha scelto, come spunto per le sue riflessioni, un argomento che non mancherà di suscitare interesse. Ispirandosi alla sua opera: “La parola ai giovani” (Feltrinelli, 2018) il professore raccoglie le voci dell’universo giovanile, che necessitano di ascolto e attenzione.

In un’epoca di regressione culturale e di perdita del rapporto sociale tra le generazioni… «Al nichilismo passivo della rassegnazione, non sono pochi i giovani che sostituiscono il nichilismo attivo di chi, prendendo le mosse proprio da quel desolante scenario, e non da consolanti speranze o inutili attese, inventa il proprio futuro».

Lettere Mediterranee

ANGELO FLORAMO

Sabato 23 Luglio - ore 21.00

Corte Marco d'Aviano - Palazzo Torriani - Gradisca d'Isonzo (GO) (Teatro Comunale in caso di maltempo) ingresso libero

Incontro con ANGELO FLORAMO
che dialoga con Fabio Turchini, formatore e scrittore

Presentazione del libro, “Come papaveri rossi” (Bottega Errante ed.)
Il vento della grande storia soffia impetuosamente, talvolta impietosamente. Nulla, pare, possa correggerne il corso. Così i tanti destini di persone neglette e dimenticate che sfidano il corso immodificabile degli eventi, si dipanano in un affresco di sopravvivenza e resistenza, anche molto mediterraneo… Ma non si tratta dei vinti della storia, piuttosto di chi afferma, con indefettibile perseveranza, il diritto alla vita, alla libertà. Con Floramo, qui non solo godiamo della bellezza discreta di esistenze pulsanti ed autentiche, benché al margine; cogliamo con i loro stessi sguardi il senso vero di corsi, spesso distorti, di una storiografia smaccatamente di parte.
Angelo Floramo insegna Storia e Letteratura. Medievista per formazione, ha pubblicato molti saggi e articoli specialistici, collabora con diverse riviste nazionali ed estere.

Lettere Mediterranee

PAOLO RUMIZ “Canto per Europa”

Lunedì 25 Luglio - ore 21.00

Nuovo Teatro Comunale - Gradisca d'Isonzo (go) ingresso libero

– ore 21.00 incontro con l’autore che dialoga con Fabio Turchini
– ore 21.30 “Canto per Europa” reading-spettacolo musicale con: Attori/voce, Paolo Rumiz / Lara Komar / Giorgio Monte / Musicisti: Aleksandar Karlic, oud, chitarra, def, duduk, voce / Vangelis Merkouris, voce

«Una cintura di costellazioni ornava le murate della barca come segno di augurio per il viaggio»
Una giovane siriana, profuga di guerra, fugge sulla barca a vela di quattro uomini assetati di miti. La ragazza si chiama Evropa.
Paolo Rumiz richiama il mito della fondazione del nostro continente, si interroga sulle sue origini, sui suoi valori, sui suoi strappi e sulle sue lacerazioni.

Un grande narratore che da sempre racconta la nostra necessità di essere cittadini del mondo in un viaggio epico: quattro moderni argonauti e una profuga siriana ridanno vita al mito che ha fondato l’Europa.
Paolo Rumiz, triestino, è scrittore e viaggiatore. È uno dei maggiori esperti del concetto di heimat – patria, casa – e delle identità in Italia e in Europa. I suoi libri hanno venduto oltre 450.000 copie e sono pubblicati in più di 10 paesi.

Lettere Mediterranee incontra Dialoghi

Giovanna Casadio, Antonio De Nicolo, Linda Tomasinsig – Le città tra pandemia e migrazione

Mercoledì 27 Luglio - ore 18.30 ingresso libero

Corte Marco d'Aviano - Palazzo Torriani - Gradisca d'Isonzo (GO) (Teatro Comunale in caso di maltempo)

La giornalista de “La Repubblica” Giovanna Casadio presenta “Diario di bordo dei Sindaci – Le Città nella pandemia”, Treccani.
Dialogano con l’autrice Linda Tomasinsig, Sindaca di Gradisca d’Isonzo e Antonio De Nicolo, procuratore della Repubblica di Trieste.

con la partecipazione dei ragazzi del Polo liceale di Gorizia: Isabel Comar, Andrea Skok, Andrea Duzzi, Gabriele Memmo, Mehloul Younes, Luca Cecconi, Alberto Tardivo

Beppe Sala consegna il suo stato d’animo di sorpresa e sconforto alla chat dei sindaci: “Ussìgnur, per dirla alla milanese”. La chat ribolle da ore la sera del 9 marzo 2020, alla vigilia della conferenza stampa in cui il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte annuncerà il lockdown. «Però calma. L’importante è la catena di comando. In guerra si fa così: ci sono i generali, i colonnelli e i soldati semplici», invita a concentrarsi sul da farsi Dario Nardella. «E noi ora siamo i soldati», taglia corto Antonio Decaro. «Siamo in trincea, attrezziamoci» dice Matteo Ricci. Non sono solo i sindaci di Milano, Firenze, Bari, Pesaro a sentirsi, ma è la rete intera dei primi cittadini dei 7.904 Comuni d’Italia che in poche ore si mette in movimento. Quando è cominciata, è cominciata così. Cosa è accaduto dopo solo i sindaci possono raccontarlo dietro le quinte, città per città. Come l’Italia se l’è cavata è scritto in questo sorprendente quaderno di bordo. Da cui emerge, tra l’altro, che un modo c’è anche per “rammendare” la politica.

Giovanna Casadio è nata a Trapani. Vive a Roma, dove da anni è cronista parlamentare e politica per “la Repubblica”. Ha pubblicato Quel che è di Cesare (con R. Bindi, Laterza, 2010), I doveri della libertà. Dialogo con Emma Bonino (Laterza, 2012), Non seguire il mondo come va. Rabbia, coraggio, speranza e altre emozioni politiche (con M. Marzano, Utet, 2015), Dove si guarda è quello che siamo (Edt, 2018).

Linda Tomasinsig, 49 anni, laureata in Scienze biologiche e dottore di ricerca in Scienze biomediche. Dopo aver svolto attività di ricerca, è ora insegnante di scuola secondaria. Dal 2004 amministratore del comune di Gradisca d’Isonzo, prima come consigliera con delega alle Pari opportunità ed in seguito assessora ai Servizi sociali e istruzione, nel 2014 è stata eletta Sindaca della sua città.

Antonio De Nicolo, goriziano di nascita, nella Procura giuliana ha lavorato in veste di Pubblico ministero dal 1988 al 1996. Da qui gli incarichi presso la Procura di Venezia e
successivamente in quella udinese. Nel 2020 diventa Procuratore
della Repubblica di Trieste.

Onde Mediterranee e NoPlanetB

Insieme per l’ambiente e chef Alessia Beltrame con le sue proposte di gastronomia green!

Mercoledì 27-31 Luglio - ore 17.30 ingresso libero

Negli stand di NOplanetB - ARENA del Castello - Gradisca d'Isonzo (GO)

Laboratori aperti al pubblico
• calcola la tua impronta ecologica: potrai misurare i consumi e le emissioni causate dal nostro stile di vita.
• Eco-quizzone: un super quiz sulla sostenibilità.
• Mercatino second-hand: potrai trovare dei vestiti a cui dare una nuova vita.

Laboratori per bambini
Laboratorio di riciclo:
Attraverso l’utilizzo di materiali di riciclo (fogli di giornale, vecchie bottiglie) si creeranno dei giochi che utilizzano l’aria, come delle girandole.

Alla scoperta dell’energia:
Verranno illustrate delle curiosità sulle fonti energetiche che aiuteranno le differenze di ciascuna risorsa e il loro utilizzo. In seguito, i bambini comprenderanno l’importanza dell’energia nelle nostre vite attraverso un gioco dell’oca che metterà alla prova i piccoli partecipanti.

Alla scoperta della biodiversità
Che cos’è la biodiversità? Che ruolo ha nel pianeta in cui viviamo? Il laboratorio illustrerà l’importanza della biodiversità per il pianeta Terra e attraverso un esperimento i bambini e le bambine potranno comprendere le conseguenze dell’effetto serra.

Alla scoperta dell’acqua
Quanto ne sai sull’acqua? Sei pronto a farti sorprendere su una delle risorse più importanti per la nostra vita?
Ti aspettiamo al nostro stand per il quizzone e per aggiudicarti un premio che ti aiuterà a non sprecare l’acqua!

Alla scoperta di cosa mangiamo
La salute del nostro corpo e la salute del pianeta Terra passano entrambe dalla nostra tavola: al nostro stand costruiremo insieme una piramide alimentare per comprendere l’impatto sia sul nostro stile di vita che sull’ambiente. Al termine dell’attività potrai mettere alla prova quello che avrai imparato insieme a noi con un quiz a premi!

Una caccia al tesoro… ecologica
Nel parco del castello di Gradisca ti aspettiamo per una missione da veri amici dell’ambiente: liberare il verde dai rifiuti. Potrai imparare a riconoscere i diversi materiali, dai più comuni a quelli più particolari.
Infine, potrai raggiungere il nostro angolo di spiaggia, in cui la sfida sarà scoprire il tempo di smaltimento dei vari rifiuti.

Da ombrelli … ad aquiloni
Un ombrello usurato e non funzionante può trovare una seconda vita: attraverso il laboratorio costruiremo degli aquiloni con vari materiali da riciclo.

Onde Mediterranee Festival è realizzato in collaborazione con NoPlanetB APS, associazione di promozione sociale che nasce nel 2017 da un piccolo gruppo di amici del Monfalconese che, allarmati dal sempre crescente degrado ambientale tutto intorno a loro, hanno deciso di provare a rispondere attivamente ed in prima persona a queste problematiche. Nel corso degli anni il gruppo si è concentrato su varie attività quali, pulizie di spiagge, fiumi e parchi, conferenze tematiche, piantumazioni, divulgazione ambientale tramite social network, orto sociale e continua a promuovere una visione di ambientalismo scientifico, attivo, inclusivo, consapevole e responsabile.

Stand eno-gastronomici a cura di:
ARCI SKIANTO Gradisca d’Isonzo / CHEF ALESSIA BELTRAME e ORTO FELICE azienda agricola biologica Udine / ATTIC Staranzano

Alessia Beltrame è una chef friulana che vive tra Udine e Londra. Diplomata all’Accademia del Gambero Rosso ha esplorato il mondo del fine dining e della cucina naturale e olistica, collaborando con diversi nomi europei, tra cui Noma, Honey and Co e Masseria Moroseta. La sua è una cucina stagionale e biologica, con un forte accento sulle spezie, sulle erbe spontanee e sui fermentati e influenzata da culture gastronomiche che spaziano dal Mediterraneo al Sud-Est Asiatico. È insegnante di cucina e co-fondatrice del progetto L’Orto Pronto, in collaborazione con Caterina Romanelli e l’azienda agricola l’Orto Felice.
In occasione di Onde Mediterranee Alessia e L’Orto Felice hanno il piacere di collaborare con i ragazzi di NoPlanetB e con Arci Skianto, presentando un’offerta gastronomica di street food completamente vegetale, utilizzando gli ingredienti dell’orto, con una proposta all’insegna della stagionalità e della freschezza, con l’obiettivo di convincere e convertire anche i “carnivori”, perché mangiare sano gustoso e vegetale senza rinunciare alla golosità e al piacere si può! Le ricette avranno un tocco creativo ed etnico, con ampio utilizzo di spezie ed erbe spontanee, come i felafel di fagioli friulani e le melanzane locali affumicate alla palestinese.
L’azienda agricola biologica l’Orto Felice, naturale continuazione di una antica tradizione contadina che la famiglia Romanelli si tramanda da generazioni, viene certificato biologico nel 1989. Vi si coltivano otto ettari di terreno secondo i principi dell’agricoltura biologica e dell’agroecologia, in un ventaglio multicolore di ortaggi di stagione, privilegiando varietà antiche, gustose e di tradizione contadina, frutta, erbe aromatiche ed erbe spontanee.

NoPlanetB presenta GREEN TALKS

Tra clima e geopolitica: quale energia? Con Luca Romano

Mercoledì 27 Luglio - ore 20.15 ingresso libero

ARENA del Castello - Gradisca d'Isonzo (GO)

NoPlanetB presenta i Green Talks pre-concerto: Luca Romano, fisico teorico, divulgatore scientifico e noto sui social come Avvocato dell’Atomo, che gestisce un blog da 100.000 follower, approfondirà alcune tematiche sulle fonti attualmente disponibili per sostituire le fonti fossili, descrivendo prospettive, effettiva resa e potenzialità di ognuna. Il tema dell’energia nucleare, nella sua forma più moderna, sarà trattato da un punto di vista tecnico-scientifico e razionale, senza preconcetti ideologici o false speranze, quali potrebbero essere i pro e i contro di questa fonte energetica nel contesto della transizione ecologica. Si parlerà anche di alcune situazioni riferibili al nostro territorio, come la conversione della centrale termoelettrica di Monfalcone e il potenziamento della centrale nucleare di Krško.

Manuel Agnelli

in concerto

Mercoledì 27 Luglio - ore 21.30

ARENA del Castello - Gradisca d'Isonzo (GO)
Cantautore, musicista, produttore discografico, autore, Agnelli è conosciuto soprattutto come fondatore e frontman della più importante rock band italiana degli ultimi decenni, gli Afterhours, da lui formata nel 1985, ed anche recentemente come membro della giuria di X-Factor.
Sul palco dell’Arena del Castello sarà accompagnato da una band d’eccezione: Frankie e DD dei Little Pieces Of Marmelade, Giacomo Rossetti dei Negrita e Beatrice Antolini.
Un’occasione unica per ascoltare molti dei brani che lo hanno reso celebre come leader degli Afterhours, ma anche per avere un primo assaggio dei suoi exploit solisti, già pluripremiati fin dai primissimi singoli (La profondità degli abissi, dalla colonna sonora del film Diabolik, ha vinto un David di Donatello e un Nastro D’Argento, entrambi per la miglior canzone originale). Il suo primo album da solista, annunciato nelle scorse settimane e preceduto dal singolo Proci, è uno dei progetti più attesi dell’autunno.
Info: www.euritmica.it / www.ondemediterranee.it
+39 04321720214 / tickets@euritmica.it
collaborazione tecnica: azalea.it

Lettere Mediterranee incontra Dialoghi

Paolo Berizzi “È gradita la camicia nera”

Giovedì 28 Luglio - ore 18.30 Ingresso libero

Casa della Musica - CERVIGNANO DEL FRIULI (UD)

Lettere Mediterranee incontra
Dialoghi 2022 – Festival itinerante della Conoscenza
L’estrema destra nel cuore del ricco Nordest

Il giornalista de “La Repubblica” Paolo Berizzi presenta “È gradita la camicia nera”, Rizzoli.
Dialoga con l’autore Alessandra Kersevan, saggista e editrice.

Con la partecipazione Margherita Gregorin, Annarella Bregant del Polo liceale di Gorizia

Nel cuore del ricco Nordest, Verona è il laboratorio italiano dell’estrema destra di potere. Qui ex skinhead e animatori di festival nazirock, capi ultrà che allo stadio inneggiano a Hitler ed esaltano “una squadra a forma di svastica”, tradizionalisti cattolici nemici giurati dell’illuminismo, dello Stato unitario e del “dilagante progressismo ecclesiale”, avvocati dal saluto romano fin troppo facile, promotori di cene e gite in cui “è gradita la camicia nera” entrano in consiglio comunale nella lista del sindaco, organizzano manifestazioni finanziate dal Comune, diventano presidenti di società partecipate o della commissione sicurezza, finiscono a capo dell’Istituto per la storia della Resistenza… In questo libro, Paolo Berizzi racconta le vicende e le contraddizioni di una città unica. Riavvolge il filo che risale non solo ai tempi della repubblica di Salò, di cui Verona fu una delle capitali, ma addirittura agli albori del movimento fascista, visto che quello di Verona fu, nel 1919, il “fascio terzogenito”, nato appena due giorni dopo la fondazione dei Fasci di combattimento in piazza San Sepolcro a Milano. Mostra il fertile terreno di coltura che ha alimentato l’eversione nera, da Ordine Nuovo alla Rosa dei venti al Fronte Nazionale di Franco Freda, o i deliri dei due serial killer che, firmandosi Ludwig, intendevano ripulire il mondo dalla “feccia morale e sociale”, sterminando prostitute, omosessuali, senzatetto, tossicodipendenti, presunti viziosi, preti scomodi. Fotografa un presente in cui la destra radicale monopolizza il tifo calcistico, le proteste ai tempi della pandemia, eventi come il Congresso mondiale delle famiglie. Verona è oggi l’immagine di un possibile futuro per l’Italia e per l’Europa, e questo libro è un invito a non distogliere lo sguardo.

Paolo Berizzi è inviato di “Repubblica”, dove lavora dal 2000 e firma la rubrica quotidiana Pietre. Ha subito atti intimidatori a causa della sua attività giornalistica sull’estrema destra italiana. Da febbraio 2019 vive sotto scorta, unico cronista europeo sottoposto a protezione per minacce neofasciste e neonaziste. Tra i suoi ultimi libri: NazItalia. Viaggio in un paese che si è riscoperto fascista (Baldini+Castoldi 2018) e L’educazione di un fascista (Feltrinelli 2020).

Alessandra Kersevan Ex insegnante, editrice e ricercatrice storica, si occupa di letteratura e storia del Friuli e dei problemi delle minoranze nazionali, ha pubblicato lavori che riguardano la politica fascista nella Venezia Giulia, i campi di concentramento fascisti per internati jugoslavi, la II guerra mondiale e la Resistenza nella regione del confine orientale.

NoPlanetB presenta GREEN TALKS

Il pianeta a tavola: come proteggere la Terra con la forchetta – con ALICE POMIATO @aliceful

Giovedì 28 Luglio - ore 20.30 Ingresso Libero

ARENA del Castello - Gradisca d'Isonzo (GO)

Alice Pomiato, conosciuta sui social come “Aliceful”, si occupa da tempo, tramite la sua pagina Instagram, di informare e sensibilizzare le persone verso uno stile di vita (più) sostenibile, etico e consapevole, a partire dalla dieta individuale, che tanto può contribuire alla salute del pianeta e alla salute fisica di ognuno di noi. Il suo intervento, concentrandosi pertanto in particolare sull’alimentazione, proverà a sfatare tutti quei
tabù che circondano le diete a base vegetale, facendoci scoprire i numerosissimi lati vantaggiosi ed aspetti piacevoli di questo stile di vita, oltre che trattare di anti-specismo.

NOMADI

SOLO ESSERI UMANI TOUR 2022

Giovedì 28 Luglio - ore 21.30

ARENA del Castello - Gradisca d'Isonzo (GO)

Valori. Amore. Vita: non solo tre parole ma uno stile di vita, nel segno dell’indimenticato Augusto Daolio.

L’Arena allestita da Euritmica nel verde del Castello di Gradisca d’Isonzo (GO), nuova sede del festival, ospiterà giovedì 28 luglio (ore 21.30) una tappa del lunghissimo “Solo Esseri Umani Tour”, partito a marzo 2022 e che proseguirà per tutto l’anno con date su tutto il territorio nazionale, dalle grandi città ai piccoli centri, come come nella migliore tradizione della band.

Nonostante lo stop forzato dovuto alla pandemia per i Nomadi la musica non si è mai fermata, soprattutto nella produzione discografica: nella primavera del 2021 è uscito infatti il loro nuovo album di inediti “Solo esseri umani”, per la prima volta su etichetta BMG.

«Valori.Amore.Vita. Queste tre parole sono state il punto di partenza per ogni singola traccia inclusa in questo album ricco di spunti di riflessione sulla nostra esistenza e sul momento complesso che stiamo vivendo» – spiega Beppe Carletti, leader della storica band emiliana – «La prima sorpresa di questo progetto è il brano che da il titolo all’album, cantato insieme all’amico di lunga data della band, Enzo Iacchetti».

I Nomadi, per la prima volta dalla sua scomparsa, dedicano interamente un brano al compianto Augusto Daolio, “Il segno del fuoriclasse” e Carletti, in occasione della presentazione del nuovo album, ha dichiarato alla stampa: «Augusto diceva sempre che quando non ci saremo più noi sarebbe bello che i Nomadi potessero continuare ad esistere». Su questo, crediamo non vi sia alcun dubbio!

Oltre al nuovo album, nel repertorio del concerto verranno riproposti i brani che hanno segnato la storia del gruppo, nato nel 1963 e che non ha mai smesso di rinnovarsi, senza tradire lo spirito nomade che lo contraddistingue.

Lettere Mediterranee

IL MEDITERRANEO TRA UMANITÀ E MORTE – Marco Aime

Venerdì 29 Luglio - ore 18.30 ingresso libero

Corte Marco d'Aviano - Palazzo Torriani - Gradisca d'Isonzo (GO) (Teatro Comunale in caso di maltempo)

Dialoghi 2022 – Festival itinerante della Conoscenza

L’antropologo e scrittore Marco Aime presenta “Conversazioni in alto mare” (Elèuthera)
Dialoga con l’autore Fabio Turchini.

Sullo sfondo dell’ipocrisia istituzionale che contrassegna un’Europa formalmente paladina dei diritti umani ma di fatto sempre più arroccata in sé stessa, Riccardo Gatti, da anni impegnato nei soccorsi in mare, ci racconta, in dialogo con Marco Aime, il mestiere del salvare. Così, in queste conversazioni condotte sul «campo», ovvero in navigazione nel Mediterraneo centrale, un «capitano anarchico» e un antropologo che si occupa di migrazioni provano ad analizzare la complessità dei salvataggi in mare e le loro implicazioni, umane ma non solo, così come il clima culturale e la narrazione che intorno a esse si è venuta a creare. Un racconto in diretta che ci aiuta a capire come mai nel giro di poco tempo quelli che erano chiamati «angeli del mare» sono all’improvviso diventati «trafficanti di esseri umani». Contro le retoriche prevalenti, sguaiate da un lato e semplicistiche dall’altro, e soprattutto contro l’indifferenza dei più, queste riflessioni ci fanno entrare nel vivo di uno dei fenomeni più significativi dell’ultimo ventennio. Un fenomeno che è lontano dall’essere concluso e che sta mettendo in gioco i nostri valori più intimi.

Marco Aime, antropologo e scrittore torinese. Ha lavorato per undici anni in una industria della gomma, compiendo i primi viaggi extraeuropei e in particolare in Africa. Laureato in antropologia culturale diventa docente di antropologia culturale presso l’Università di Genova. Da allora continua a viaggiare e a fare ricerche in Africa e sulle Alpi. Ha scritto numerosi libri di saggistica, alcuni libri di narrativi e per bambini.

Fabio Turchini, di estrazione filosofica, scrittore, saggista, performer, docente e consulente di management e sviluppo organizzativo. Coltiva l’arte drammaturgica (oltre ad altri registri espressivi) anche in relazione ai suoi impieghi nei contesti organizzativi. Ha dato alla luce importanti pubblicazioni, di vario stile, integrando spesso narrativa, musica, teatro, arti visive.

Con la collaborazione del Polo Liceale: Ragher Vittoria, Bregant Annarella, Puzzi Francesco, Memmo Gabriele, Younes Mehloul, Cecconi Luca, Tardivo Alberto.

NoPlanetB presenta GREEN TALKS

Entropy for Life – Giacomo Moro Mauretto / From Roots to Leaves – Riccardo Rizzetto

Venerdì 29 Luglio - ore 20.30 ingresso libero

ARENA del Castello - Gradisca d'Isonzo (GO)

Doppia partecipazione di divulgatori! “Entropy for Life” è un canale YouTube avviato da Giacomo Moro Mauretto nel 2018, in cui si parla di biologia ed evoluzione. Giacomo tratterà nel suo complesso il tema della perdita di biodiversità e le conseguenze del cambiamento climatico su animali e piante. Sul palco assieme a lui Riccardo Rizzetto (noto sui social come “From Roots to Leaves”), divulgatore della nostra regione che focalizzerà il tema biodiversità sulla realtà territoriale delle nostre zone. Grazie alle loro conoscenze potremmo cogliere da un ulteriore punto di vista come il clima e le sue variazioni incidono a 360° su ciò che ci circonda, anche in un’ottica locale.

Willie Peyote

“PRECARIA ORCHESTRA SABAUDA, CONCERTI DAL VIVO TOUR” con la All Done Band

Venerdì 29 Luglio - ore 21.30

ARENA del Castello - Gradisca d'Isonzo (GO)

Come ha annunciato Peyote sulla sua pagina Instagram «Les jeux son faits, rien ne va plus».
Il rapper e cantautore torinese, con 5 album all’attivo e la partecipazione, nel 2021, al Festival di Sanremo con “Mai dire mai – La locura” (Premio della Critica Mia Martini) ottiene ovunque consensi entusiastici da parte del pubblico e della critica grazie alla sua capacità unica di unire la vitalità e la padronanza tecnica della musica rap con testi che arrivano all’ascoltatore come pugni in faccia, la sua penna, infatti, è il suo principale punto di forza: come in “Mostro”, tra i suoi brani più caustici «Vorresti essere bene informato, no tu non vuoi mica la verità, vuoi solo essere rassicurato», un J’accuse contro la dilagante insensibilità sociale e culturale e sui linguaggi della propaganda e della disinformazione attraverso i social media. E questa estate, in compagnia della Precaria Orchestra Sabauda, Willie girerà l’Italia con il consueto obiettivo di «farvi muovere il culo e il cervello contemporaneamente!». Da ‘Pornostalgia’ a ‘Educazione Sabauda’ e ritorno.

CREIAMO UN KOINOBORI GIALLO

per GIULIO e per l’ISONZO - LABORATORIO GRATUITO con SUOMI VINZI

Sabato 30 Luglio - dalle ore 17.30
LIBERA PARTECIPAZIONE

Spazio Giovani Polo Culturale Casa Maccari - Via della campagnola - Gradisca d'Isonzo (GO)

Le iniziative della giornata dedicata a Giulio Regeni, nell’ambito di Onde Mediterranee Festival, cominciano già al mattino, alle 11, presso lo spazio giovani di Casa Maccari, dove grandi e piccini potranno liberare la propria creatività costruendo #koinobori #giallogiulio con l’atelierista Suomi Vinzi.

Il laboratorio è a cura del Comune di Gradisca d’Isonzo e vede la partecipazione del Governo dei Giovani di Fiumicello Villa Vicentina e dell’Associazione NOPlanetB. Il koinobori, nella sua forma, rappresenta un pesce.

Sarà anche un modo per esprimere oltre che attenzione ai diritti civili, attenzione alla natura e al delicato momento che sta vivendo il nostro amato Isonzo.

Durante il laboratorio sarà anche possibile fruire di materiale per la realizzazione di cartelloni o altro con cui accogliere la famiglia Regeni al suo arrivo a Gradisca per la serata.

GIULIO CONTINUA A FARE COSE...

Onde Mediterranee per Giulio Regeni: l’Onda Gialla dei BisiachInBici

Sabato 30 Luglio - dalle ore 17.30
LIBERA PARTECIPAZIONE

Fiumicello Villa Vicentina/ Gradisca d'Isonzo (GO)

GIULIO NON SMETTE DI FARE COSE…”

“L’ONDA GIALLA” ciclostaffetta per la verità

Pedalando come un’Onda gialla, i Bisiachi in Bici Fiab Monfalcone, protagonisti della ciclostaffetta “A Roma Per Giulio”, organizzano una biciclettata a partecipazione libera per Giulio Regeni.

Alle 17.30 parte dal Piazzale dei Tigli a Fiumicello l’Onda Gialla in bicicletta dei BisiachInBici, con NOplanetB, che porteranno a Gradisca un messaggio dei ragazzi del Governo Dei Giovani di Fiumicello Villa Vicentina, toccando Ruda e Villesse.

Fiumicello Villa Vicentina, Ruda, Villesse, Romans e Gradisca d’Isonzo sono i comuni che aderiscono all’iniziativa.

Alle 19:00 circa arrivo a Gradisca d’Isonzo e ritrovo a inizio Viale Trieste incrocio via Lungh’Isonzo – Partenza con la sindaca, la famiglia Regeni, l’Avvocato Ballerini, alcuni degli ospiti della serata, lo staff di Onde Mediterranee e i cittadini che lo desiderano fino al Castello, passando per il Centro Storico. Si possono accompagnare gli staffettisti anche per brevi tratti, unendosi in maniera individuale e spontanea durante il percorso. Arrivo alle ore 20:00 presso il Parco del Castello per la serata “Giulio Fa Cose”. È gradito un tocco di giallo.

 

BisiachiNbici è un’associazione, con sede a Monfalcone, affiliata FIAB Federazione Nazionale Ambiente e Bicicletta, organizzazione ambientalista che promuove l’uso quotidiano della bicicletta e il cicloturismo per proteggere l’ambiente e contrastare la crisi climatica.

Nel 2018 hanno dato un piccolo contributo alla ricerca della verità e della giustizia per Giulio Regeni organizzando una ciclostaffetta partita il 22 settembre 2018 dal Collegio del Mondo Unito di Duino, una delle sedi della scuola in cui ha studiato Giulio, per arrivare a Roma il 3 ottobre.

Grazie all’avvocata Ballerini i BisiachInBici sono riusciti a consegnare la lettera gialla della famiglia al presidente Mattarella, che li ha ricevuti al Quirinale. Nella missiva, la richiesta alle più alte istituzioni italiane per sollecitare un’azione della politica e del Governo per individuare e punire i colpevoli. I ciclostaffettisti sono stati anche ricevuti a Montecitorio dal Presidente della Camera Roberto Fico.

GIULIO FA COSE...

Onde Mediterranee per Giulio Regeni / Incontro con Paola e Claudio Regeni, Alessandra Ballerini e gli ospiti Ascanio Celestini, Erri De Luca, Marco Paolini

Sabato 30 Luglio - ore 20.30 ingresso libero

ARENA del Castello - Gradisca d'Isonzo (GO)

“GIULIO FA COSE…”
Incontro con Paola e Claudio Regeni, Alessandra Ballerini
e gli ospiti Ascanio Celestini, Erri De Luca, Marco Paolini

Con il Patrocinio della Camera dei Deputati

In collaborazione con il collettivo Giulio Siamo Noi

Dal 2016 Onde Mediterranee Festival è dedicato a Giulio Regeni, e Paola, Claudio, Alessandra sono stati sempre al nostro fianco e noi al loro, oltre ad essere ospitati sui palchi dei vari musicisti che nel corso di questi anni vi si sono esibiti.
E Il mondo dell’arte e della cultura continua a mobilitarsi per portare una testimonianza diretta del proprio dolore e sdegno rispetto a quanto accaduto in Egitto, purtroppo ancora oggi senza giustizia.
Anche in questa occasione, stretti attorno alla famiglia Regeni e all’avvocato Alessandra Ballerini, tre figure di spicco in rappresentanza di questi mondi, l’attore teatrale, scrittore e drammaturgo Ascanio Celestini, lo scrittore, giornalista e poeta Erri De Luca e il drammaturgo, regista, attore e scrittore Marco Paolini. Sarà un’ulteriore occasione per fare il punto sull’iter processuale, in stallo per la mancata comunicazione da parte egiziana del domicilio degli imputati, già peraltro noti, invitando il Governo italiano a compiere un passo risolutivo per sbloccare la situazione.
Ascanio, Erri e Marco parteciperanno a questo evento con un pensiero, un ricordo, un contributo, leggendo, parlando, raccontando, per offrire uno spunto di riflessione, per ricordare Giulio, ragazzo del mondo, per stringersi attorno alla sua famiglia e a chi l’ha amato, da vivo e da quando è diventato ragazzo per sempre.

ALBERTO BERTOLI

“STELLE”

Sabato 30 Luglio - ore 22.00 ingresso libero

ARENA del Castello - Gradisca d'Isonzo (GO)

Alberto Bertoli, sul palco di Gradisca con la sua band, presenta l’album “Stelle” nel quale ricalca le orme del padre, l’immenso Pierangelo, mettendo però in mostra il suo talento indiscutibile e una notevole capacità compositiva. «Tengo aperta la bottega di famiglia», così il musicista di Sassuolo parla del suo concerto, che parte dalle origini e dai grandi classici del padre Pierangelo per arrivare alle canzoni scritte dallo stesso Alberto, brani connotati da un ritmo rock dinamico e trascinante.
Il concerto sarà un susseguirsi di reinterpretazioni di grandi classici come “Eppure soffia” scritta nel 1976, un vero e proprio manifesto in musica dell’ecologia, da sempre tema portante di OMF, “Spunta la luna dal monte”, “Pescatore”, “A muso duro” ai quali si aggiungeranno i brani scritti da Alberto. Negli anni, Alberto Bertoli ha duettato con Ligabue, i Tazenda (presenti anche in “Stelle”), Nek, Enrico Ruggeri, Simone Cristicchi, Luca Carboni… La Bottega Bertoli è aperta dal 1972 e, a quanto sembra, non è intenzionata a chiudere lasciando orfani i tanti fan di questa storia, nata e cresciuta sempre “a muso duro”.

DORO GJAT

“MONDONUOVO”

Sabato 30 Luglio - ore 23.30 c.ca ingresso libero

ARENA del Castello - Gradisca d'Isonzo (GO)

Dopo il duro periodo della pandemia, che lo tiene lontano dai palchi (che sono sempre stati il suo habitat naturale), Doro Gjat dà vita a “Mondonuovo”, il suo terzo disco, fuori dai radar della musica mainstream (o anche, più semplicemente, della musica rap popolare nel nostro paese). Classe 1983, si avvicina all’hip-hop in giovane età, a Tolmezzo, dove l’amore per questa forma espressiva lo pervade. I suoi primi palchi li calca con i Carnicats, gruppo friulano diventato molto popolare nel nord-est (in anni in cui il rap nel nostro paese non lo era per niente). Dopo questa esperienza, Doro intraprende la sua carriera solista e pubblica due album: Vai Fradi e Orizzonti Verticali e, facendo tesoro della lezione dei padri fondatori dell’hip-hop, schiva con determinazione l’ispirazione palese ai modelli esterofili che contraddistingue la discografia di molti artisti contemporanei e costruisce un suo personale immaginario, figlio della terra nella quale vive.

Onde Mediterranee è un concept eco-festival, i cui strumenti di interazione e condivisione sono i linguaggi della musica, della letteratura, del pensiero multiculturale; da sempre organizzato da Euritmica con il sostegno della Regione FVG, del Comune di Gradisca e della Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia e con la collaborazione dell’Associazione di giovani ambientlisti NoPlanetBOMF giunge alla ventiseiesima edizione e, soprattutto quest’anno, rivolge una particolare attenzione e impegno per la diffusione delle buone pratiche in termini di salvaguardia dell’ambiente, per un futuro sostenibile.

Il Festival è dedicato dal 2016 al ricercatore friulano Giulio Regeni, trucidato in Egitto, e anche in questa edizione non mancheranno iniziative per ricordarlo e per tenere alta l’attenzione sul caso.